Costruzioni in legno. Facciamo il punto (per non sbagliare più).

09/27/2017

A cura di:

A Rimini, i prossimi 26 e 27 ottobre, il primo congresso italiano sullo stato dell’arte delle costruzioni di edifici di legno. Sede del convegno: Ecoarea better living.

 

E’ dimostrato che negli ultimi anni, per merito di alcuni imprenditori, professionisti e studiosi della materia, la fiducia nei confronti del legno, in ambito edilizio, sia notevolmente cresciuta. Si sono realizzate opere architettoniche spettacolari e decisamente avanzate utilizzando questa risorsa. Ciò nonostante, non sembrano essere ancora sufficienti gli sforzi per vedere diffusa una vera e propria cultura delle costruzioni in legno; soprattutto rivolta ai tecnici di questo settore. Questi ultimi, infatti, si dimostrano spesso poco aggiornati e depositari di messaggi confusi se non contrastanti. A cercare di ovviare a questa situazione e certificare con serietà quanto di davvero importante è stato conseguito fino ad oggi in questo ambito tecnologico (incrociando esperienze, confrontando tecniche e analizzando i progressi a cui si è giunti nella corsa alle massime prestazioni energetiche) arriva oggi il Gruppo Qualità Legno: un team di esperti e professionisti del settore, di provata esperienza, che si sono uniti nella volontà di colmare il gap culturale nel settore delle costruzioni in legno. “Questo materiale non si studia nelle scuole e nelle università”, spiega uno dei fondatori del GQL Almerico Ribera, giornalista ed esperto di questa segmento dell’edilizia che oggi vale, compreso l’indotto, più di un miliardo di Euro (fonte Federlegno). “Forse perché il legno lo abbiamo intorno a noi: nelle finestre, nelle porte e nei pavimenti, nei mobili, in natura. E quindi presupponiamo di conoscerlo. In realtà non esiste errore più grande”.

 

Fra i principali obiettivi del GQL quello di scongiurare l’affermarsi sul mercato di soggetti (soprattutto esteri) che tradiscono le aspettative di durata di questo tipo di abitazioni, proponendo prodotti economici che, passati 8 o 10 anni, mostrano già preoccupanti segni di compromissione strutturale. Con il primo Congresso italiano sullo stato dell’arte delle costruzioni di edifici di legno, in programma presso lo smart building Ecoarea (Rimini 26 – 27 ottobre 2017) GQL tenterà di avviare un processo finalmente virtuoso ed incisivo nella conoscenza della materia in oggetto, mettendo al centro proprio la qualità delle costruzioni di legno. La due giorni avrà inizio alle ore 14,30 del 26 ottobre, con workshop e mostra di materiali: legno KVH®, legno lamellare, microlamellare, termotrattato, pannelli strutturali, compensati di legno massiccio XLAM, compensati, OSB (Oriented Strand Board), pannelli di fibra, pannelli di cellulosa, pannelli di lana di legno, varie tipologie di connessioni con materiali metallici, protettivi del legno, ecc. In programma anche una dimostrazione di riduzione di tronchi in “segati”, con una segheria attivata in loco.

 

A disposizione delle domande degli intervenuti ci saranno, per tutto il pomeriggio, gli esperti dei materiali descritti e i relatori invitati all’assise. Più articolata la sessione del 27 ottobre che prevede ben sei distinti momenti (moduli) recanti i seguenti titoli: 1) Formare per conoscere, conoscere per progettare, progettare per la durabilità; 2) Riflessioni sul Congresso di Oslo, Norvegia; 3) La sfida del legno in altezza attraverso i dettagli tecnici di resistenza al sisma e alla torsione; 4) Il sapiente gioco di peso e leggerezza per il confort ambientale negli edifici di legno; 5) Modellare l’astratto, modellare la materia: dal 2D progettuale al 3D del CNC; 6) Il contratto di disponibilità nel partenariato pubblico privato: Il caso emblematico delle Scuole gemelle di Acqui Terme. Prenderanno la parola accademici, imprenditori, esperti e nomi di spicco delle tecnologie abitative come l'architetto Franco Laner, professore ordinario di tecnologia dell’architettura presso la Iuav di Venezia; l’ingegnere Alex Merotto, fondatore di Wood Lab (studio che ha l'obiettivo di formare ed informare sul mondo della bioediliza); Il professore e architetto Davide Maria Giachino, docente esterno e collaboratore didattico del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino; l’ingegnere Giorgio Bignotti, dal 2008 consigliere incaricato del Gruppo Grandi Strutture e Produttori di Lamellare di Assolegno di Federlegno Arredo; l’ingegnere Attilio Marchetti Rossi, che svolge la propria attività libero professionista nel campo della progettazione statica di strutture in legno dal 1981; l'ingegnere Antonio Pantuso, professore a contratto in Meccanica Strutturale presso l’Università Iuav di Venezia; l’architetto Alessia Mora, esperta di isolamenti termici, acustici e processi costruttivi sostenibili; il professore Felice Ragazzo, sperimentatore di tecniche lignee innovative e consulente presso qualificate industrie e l’imprenditore Romano Ugolini; ideatore della eco-location in legno Ecoarea better living e attivo da oltre 30 anni nella industria dei macchinari per la lavorazione del legno. 

 

Programma delle due giornate
Prendi visione del programma dettagliato
qui.

 

Modalità di partecipazione

L’ingresso alle due giornate è aperto a tutti ed è gratuito previa pre-registrazione e compilazione del'apposito modulo. Iscriviti qui.

 

Partecipazione come sponsor

Vi sono diverse modalità di sponsoring rivolte ad aziende e tecnici. Puoi vederle qui.

 

Hotel convenzionati

GQL ha stipulato un’apposita convenzione con alcuni Hotel di Rimini:

Hotel Litoraneo (0541 381588) – Hotel Villa Bianca (0541 381458).
Scarica il modulo qui.

 

Crediti formativi
Sono previsti 8 crediti formativi per Architetti e Geometri iscritti al loro Ordine Provinciale, da qualunque provincia provengano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

  • Black Facebook Icon
  • Black Icon Instagram
  • YouTube - Black Circle
  • Black Twitter Icon
  • LinkedIn - Black Circle

© 2023 Ecoarea 
Via Rigardara 39,

47853 Cerasolo Ausa (Rimini)
tel. +39 0541 718230
Email info@ecoarea.eu 
Partita Iva 03654140403

Codice SDI 5RU082D